Rientrare? Restare? Partire? Tornare?

Questo è il dilemma. Anzi era!

Sì erano proprio queste le parole che fino a qualche settimana fa mi frullavano per la testa alternandosi le une con le altre ad intervalli cadenzati. Si rincorrevano lasciando rimbalzare con più frequenza la vincitrice della giornata, quella che aveva collezionato più punti in base all’andamento della settimana. Mi iniziavano a gironzolare per la testa dal momento stesso in cui suonava la sveglia. Mi accompagnavano per tutto il giorno, assecondando gli stati d’animo che si susseguivano nelle ore, fino alla sera, quando sopraggiungeva il sonno.

Da qualche settimana a questa parte però i dubbi si sono dissolti. Complice sicuramente la latitanza dell’estate, che quest’anno davvero sembra non arrivare mai (basti pensare che è luglio e io alle 6 di pomeriggio indosso una felpa e dei calzini pesanti e che la finestra è rigorosamente chiusa ed il cielo rigorosamente grigio!). Complici anche una qualche dozzina di episodi che non sto qui ad elencare, almeno in questa situazione, ai quali però non scamperete di certo perché saranno di sicuro argomento di qualche futuro post.

Ma torniamo al dilemma e ai dubbi che stavolta sembrano davvero essersi dissolti. Ci ho pensato molto negli ultimi mesi e ho capito una cosa fondamentale e cioè che io non voglio rientrare in Italia quando le cose si saranno sistemate. Io voglio rientrare in Italia per sistemare le cose.

Ambizione assai pretenziosa me ne rendo conto, ma d’altronde non devono essere tali le ambizioni?

Non mi illudo certo di cambiare il mondo e neanche il paese. Sono purtroppo passati i tempi in cui lo credevo possibile. Il che è un peccato perchè sono convinta che se davvero tutti coloro che hanno sognato di cambiare il mondo e che hanno messo un pò di impegno nel farlo, non avessero mollato, forse qualcosa sarebbero riusciti a cambiarla sul serio.

Comunque, avendo ridimensionato, ma non abbandonato le mie aspirazioni, mi sono convinta di poter quanto meno cambiare il piccolo mondo che mi circonda.

Mi sono ripromessa di utilizzare tutti gli insegnamenti collezionati in questi anni e portarli a casa mia. Cominciare da me e dal mio micro-pianeta, dalla mia famiglia, dai miei amici almeno finchè non si stancheranno di me.

Ricominciare da casa. Al sud!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...