Ricerca di lavoro in Italia – Parte III: limiti di età negli annunci di lavoro

Sono ormai trascorsi un paio di mesi da quando ho iniziato la mia ricerca di lavoro in Italia.

A Londra nel frattempo ho avuto il modo e il tempo di lasciare il mio vecchio lavoro e di cercarmene un altro. Con successo, visto che proprio oggi sono stata contattata dal direttore di una compagnia con cui avevo fatto un colloquio qualche giorno fa che mi ha comunicato la bella notizia.

Ma non sarà di certo questo nuovo lavoro a sedurmi e a convincermi a rimanere qui per qualche altro anno.

No, no e poi no! Io devo tornare in Italia. Io voglio tornare in Italia. Lo farò, in un modo o nell’altro.

Lo farò anche lottando contro tutti gli annunci di lavoro che vengono postati con un limite di età. Limite che io ho ovviamente superato da un pò 😉

A ognuno degli annunci che non riportava il motivo per il quale fosse prevista l’assunzione solo per persone al di sotto degli anni indicati, ho risposto chiedendo chiarimenti perché, ricordo a tutti, l’età non può essere un fattore discriminante. Se vi capitano allora questo tipo di annunci che citano un certo limite di età senza una determinata spiegazione, fatevi avanti e chiedetele.

Io l’ho fatto. La settimana scorsa ho inviato il mio CV ad un potenziale datore di lavoro che cercava una persona che non avesse ancora compiuto i 29 anni. Io il mio CV l’ho inviato comunque e sono stata invitata a partecipare ad un incontro di presentazione, al quale però erano cordialmente “invitati” a non andare tutti coloro i quali avessero già compiuto il 29° anno di età. Tutto qui, nessuna spiegazione, anzi, scrivevano nell’email:

“Rammentiamo che le risorse finanziarie del progetto riguardano esclusivamente chi non ha ancora compiuto i 29 anni, ed ha la cittadinanza italiana, pertanto è inutile presentarsi o chiedere delucidazioni se non si hanno tali prerequisiti.”

Pertanto è inutile presentarsi o CHIEDERE DELUCIDAZIONI?!?!

Beh, io le delucidazioni le ho chieste e anche se il risultato non è cambiato è bene far capire che l’esercito di disoccupati, giovani e meno giovani in cerca di lavoro non è formato da arrendevoli pecorelle!

“Gentile… 

Come certamente saprà, l’indicazione della età è una violazione dell’art 10 della legge Biagi (276/03) e dell’art. 3 del DLGS 216/03 che recepisce una direttiva europea. E’ possibile indicare un limite di età solo in alcuni specifici casi. Mi permetto quindi di richiedere delucidazioni che credo siano più che lecite.”

A quel punto la risposta è arrivata spiegando il fatto che il progetto si basava su un bando nazionale riservato ai giovani al di sotto dei 29 anni per questo, questo e quest’altro motivo.

Non è cambiato nulla dal punto di vista del risultato, come dicevo, ma almeno ne ho ottenuto una spiegazione che se non avessi mostrato di conoscere qualche legge qua e là a riguardo… molto probabilmente non mi sarebbe stata data.

Ed allora ecco il mio consiglio. Il mio proposito per la ricerca di lavoro. Ogni volta che troverò un limite di età in una domanda di lavoro scriverò un’email chiedendo spiegazioni e citando le leggi varie in materia. Non tutti gli annunci vengono creati con un limite d’età “lecito”. Dovremmo farlo tutti e dovremmo tutti segnalare la cosa e denunciarla nel caso in cui i limiti posti nell’annuncio non siano giustificati in rapporto al lavoro offerto.

So di non essere la prima e che non sarà di certo qualche email a cambiare il sistema-lavoro-Italia. Immagino che siano in molti quelli che lo hanno già fatto e che la cosa non sia cambiata di molto, ma sono del parere che bisogna continuare a farlo e non arrendersi mai alle ingiustizie.

Inviare un’email per chiedere spiegazioni non costa nulla e, nel caso in cui queste spiegazioni non siano “giustificative”, segnalare l’annuncio.

Ho fatto una breve ricerca sul web per capirne un pò di più. Eccovi qualche link utile per raccogliere maggiori informazioni sull’argomento:

www.lavoratorio.it – cosa vorrebbe la legge

www.lavoratorio.it – a chi rivolgersi

Ammetto che i link che vi segnalo non danno molta speranza (e a dire la verità neanche troppe spiegazioni) ma bisogna provarci comunque!

Se poi riuscite a raccogliere più materiale a riguardo, siate generosi e condividetelo con gli altri.

L’unione fa la forza!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...